skip to Main Content
+39 06 3759141 Ag802@hdiarete.it
Lavarsi le mani

La tutela della salute è un valore importante. Lo crediamo fortemente alla L & N de’ Liguori, per cui ci impegniamo ad offrire ai nostri clienti tutti gli strumenti necessari per proteggersi al meglio. Da questo link puoi accedere alla pagina in cui trovi tutte le polizze che ti aiutano in questo scopo. Il benessere, però, passa anche da una giusta informazione che ti dia il corretto stile di vita per fare prevenzione. Ecco perché ci interessa raccontarti l’importanza di lavarsi le mani attraverso questi due semplici esperimenti scientifici.

Chi è Daniel Filho

Il primo esperimento scientifico sul lavarsi le mani che ti sottoponiamo è opera di questo scienziato originario di Bahia che, insieme a sua figlia, ha voluto dimostrare a casa sua quanto conti l’igiene prima di mettersi a tavola. L’uomo ha una convinzione etica forte.

Daniel è convinto che sia fondamentale esercitare scienza e pensiero critico anche a casa dato che entrambi sono esercizi mentali essenziali per l’apprendimento a lungo termine. Ecco perché ha avuto l’idea di lanciare su Facebook una sfida ai suoi amici con l’hashtag #CiênciaComeçaEmCasa,  che significa “La scienza comincia in casa”.

L’idea della sfida è quella di fare esperimenti scientifici di vario genere a casa con i propri figli condividendo e discutendo poi i risultati sui social. Fuori dai laboratori la scienza regge e a dimostrare che questo sia vero ha iniziato Daniel Filho stesso.

L’esperimento sull’importanza di lavarsi le mani

Lo scopo di quest’operazione era quello di dimostrare, in maniera molto evidente, l’importanza di lavarsi le mani. Ecco come ci sono riusciti l’uomo e la figlia:

  • Daniel ha separato quattro fette di pane integrale chiudendo ciascuna in un sacchetto con chiusura lampo;
  • ha lasciato tutto il giorno sua figlia libera di colorare con le matite, giocare sul pavimento e mangiare senza lavarsi le mani per circa due ore;
  • poi ha fatto toccare alla figlia, con una mano sporca, una di queste fette di pane;
  • dopo la mano destra della bambina è stata poi lavata con acqua e sapone mentre quella sinistra con alcool in gel;
  • con una e con l’altra sono state toccate rispettivamente la seconda e la terza fetta di pane mentre la quarta è stata considerata quella di controllo, ovvero non è stata in alcun modo toccata.

I risultati

Cos’è successo? Diciotto giorni dopo, ad occhio nudo, si vedeva che c’era un’enorme colonia di microrganismi sulla fetta toccata con la mano sporca. Le fette di pane rimanenti, invece, erano intatte. In merito, lo scienziato ha dichiarato;

Passaggio successivo di quest’esperimento? Attendere l’arrivo di un microscopio e vedere cosa è cresciuto nel pane ma è già chiaro che sia meglio lavarsi le mani!

Il lavoro di Daniel Filho non è l’unico che dimostra quanto faccia bene lavarsi le mani prima di toccare il cibo.

Il test della professoressa Allen

Anche la professoressa Donna ha voluto eseguire un esperimento che spieghi ai giovani perché lavarsi le mani. Ecco come si è svolto:

  • ha fatto mettere tre fette di pane in cassetta in altrettanti sacchetti di plastica chiusi con zip;
  • il primo conteneva del pane messo all’interno utilizzando dei guanti nuovi e dunque assolutamente sterile e non contaminato che fungeva da campione di controllo dell’esperimento;
  • il secondo sacchetto conteneva, invece, del pane inserito dopo aver lavato le mani;
  • il terzo, infine, era stato messo all’interno dopo che tutte le mani sporche dei bambini l’avevano toccato;
  • i 3 sacchetti sono stati poi etichettati e lasciati in disparte per un certo periodo di tempo fino a che i germi non hanno iniziato visibilmente a proliferare, in particolare nel pacchetto in cui era stato raccolto il pane con le mani sporche.

Cos’è accaduto?

I risultati

Come racconta la professoressa stessa, in pochi giorni la fetta di pane contaminata con le mani sporche si era visibilmente trasfigurata soprattutto nell’aspetto cromatico. Era diventata tra il blu e il verde. Questa specie di test scientifico a misura di bambini è stato molto amato dai social perché, nella sua semplicità, è servito ad accendere i riflettori sull’importanza di lavarsi le mani.

L’insegnante ha pubblicato il risultato dell’esperimento sull’igiene a tavola su Facebook ottenendo circa 49 mila apprezzamenti e 73 mila condivisioni. Molti insegnanti hanno deciso anche di replicare nelle loro classi lo stesso esperimento.

Insegnare ai figli a lavarsi le mani è compito tuo. Noi, invece, siamo qua per spiegarti in quanti modi puoi salvaguardare la salute di tutta la famiglia dagli imprevisti, tra previdenza e copertura medica.

Vieni a scoprire le nostre polizze anche di persona parlandone senza impegno con un nostro consulente nella sede di Roma in via Timavo 3.

Back To Top