skip to Main Content
+39 06 3759141 Ag802@hdiarete.it
Nuovo codice comportamentale dello sci

Grandi novità per la nuova stagione sciistica in Italia. E’ ormai certo l’obbligo di assicurazione per sciare per chiunque abbia intenzione di usufruire di impianti di risalita. La ratio è piuttosto semplice e condivisibile: gli incidenti sulla neve accadono e sembra quasi anacronistico (di certo poco prudente) che ci si possa approcciare senza alcuna protezione. Di conseguenza, anche gli appassionati si ritrovano un nuovo codice comportamentale per lo sci, con regole importanti da seguire. Si va dalla polizza assicurativa al casco, dai divieti di sosta alle precedenze, fino all’alcoltest. Le “Norme di comportamento degli utenti delle aree sciabili” entreranno in vigore il 1° gennaio 2022 ma noi le vediamo ora.

La polizza assicurativa per lo sci

Nel nuovo codice comportamentale per lo sci è prevista l’obbligatorietà di una polizza assicurativa:

È fatto obbligo in capo al gestore delle aree sciabili attrezzate, con esclusione di quelle riservate allo sci di fondo, di mettere a disposizione degli utenti, all’atto dell’acquisto del titolo di transito, una polizza assicurativa per la responsabilità civile per danni provocati alle persone o alle cose.

Il decreto sancisce che in caso di mancato possesso dell’assicurazione per lo sci, la multa amministrativa sia tra i 100 e i 150 euro. Inoltre è previsto il ritiro dello skipass.

Il testo del decreto

Il nuovo codice comportamentale per lo sci è composto da diverse regole. Ecco quali sono le principali.

Il casco

Si stabilisce l’obbligatorietà del casco per i minori di 18 anni che si apprestano a salire sulle piste. I minorenni dovranno, infatti, indossare la misura protettiva una volta inforcati gli sci ai piedi.

Alcoltest

Dall’1 gennaio entreranno in vigore gli accertamenti alcolemici e tossicologici sulle piste. L’articolo 31 della legge recita:

È vietato sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche. Gli organi accertatori possono sottoporre gli sciatori ad accertamenti qualitativi.

Lo sciatore positivo al test dell’alcol o di sostanze stupefacenti andrà incontro a sanzioni che andranno da 250 a 1.000 euro

Il limite di velocità

E’ stato introdotto il limite di velocità sulle piste da sci. Non solo. Come si legge nel decreto:

Lo sciatore dovrà inoltre adeguare la propria andatura alle condizioni dell’attrezzatura utilizzata, alle caratteristiche tecniche della pista e alle condizioni di affollamento della medesima.

Sempre questa parte della norma stabilisce che agli incroci la velocità vada ridotta. Per immettersi in un’altra pista o riprendere a sciare dopo una sosta, invece, sarà necessario accertarsi che la pista sia libera. In caso di sorpasso, che di base non vietato, bisognerà però verificare che ci sia lo spazio sufficiente per farlo in sicurezza:

Il sorpasso può essere effettuato sia a monte sia a valle, sulla destra o sulla sinistra, a una distanza tale da evitare intralci allo sciatore sorpassato.

Il concorso di colpa

Nel nuovo codice comportamentale per lo sci si affronta anche il tema degli incidenti tra sciatori. In caso di sinistro è previsto il concorso di colpa, dal momento che sulle piste da sci non esiste il diritto di precedenza:

Le persone coinvolte verranno considerate parimenti colpevoli nell’aver prodotto eventuali danni ad altri.

Divieto di sosta

Ultimo punto cruciale del nuovo codice comportamentale per lo sci è il divieto di sosta sulle piste. Dove?

  • in presenza dei dossi
  • nei passaggi obbligati
  • in luoghi dove non vi è visibilità

Questo significa che lo sciatore potrà fermarsi, ma solo ai bordi della pista. Se lo sciatore soggiornerà in un rifugio, l’attrezzatura dovrà essere posizionata al di fuori del cosiddetto “piano sciabile“, in modo da non farla trovare in mezzo a chi sta praticando la discesa.

Ora che il nuovo codice comportamentale per lo sci è chiaro, ecco i benefici e vantaggi della nostra assicurazione per lo sci.

Globale Casa

Con la nostra assicurazione per la casa avrai le tutele che servono per sciare nella norma. In aggiunta sarete tutelati anche da:

  • incidenti domestici di terzi (come ospiti e amici in visita);
  • copertura del personale domestico (come colf e tate);
  • danni da effrazioni e furti (come infissi forzati ed oggetti di valore derubati):
  • danni causati da incendio;
  • responsabilità degli animali domestici verso terzi.

Se t’interessa avere un preventivo gratuito per goderti la stagione della neve nella legalità e soprattutto nella certezza di farlo in sicurezza, compila il form sottostante e verrai contattato quanto prima da un nostro consulente senza impegno.

CRESCITA SICURA
Si, acconsento a ricevere informazioni, promozioni e offerte esclusive e all'invio di materiale informativo e promozionale tramite email o posta
Back To Top