skip to Main Content
+39 06 3759141 Ag802@hdiarete.it
Cosa fa un perito assicurativo

Cosa fa un perito assicurativo? Saperlo è un beneficio importante per te. Ti serve a chiarire esattamente quello che puoi chiedergli e, di conseguenza, ti serve a capire come non rimanere vittima di eventuali truffe.

Il valore della trasparenza col cliente è primario per noi della L&N de’ Liguori. Non abbiamo nulla da nascondere. La nostra storia lo dimostra e queste guide esplicative lo sottolineano.

Per capire un perito assicurativo cosa fa è bene partire dalla sua definizione secondo cui si tratta di:

“un professionista che ha il compito di determinare l’importo di copertura delle perdite per la quale la compagnia è responsabile”

In sintesi un perito assicurativo:

  • calcola a quanto ammontano i danni per i quali è richiesto un indennizzo;
  • stabilisce un pagamento che soddisfi il cliente ma protegga anche la compagnia da eventuali truffe.

1 – Le caratteristiche

Un perito aziendale deve garantire una posizione equa tra il cliente e le compagnie assicurative. Ecco perché è necessariamente un lavoratore indipendente.

Detta in un altro modo, per essere certo che si tratti di un professionista serio, assicurati che il perito a cui ti rivolgi non abbia rapporti con:

  • compagnie assicurative;
  • officine;
  • gommisti.

2 – Cosa fa

Un perito aziendale viene chiamato dopo la denuncia di un incidente (il sinistro). A quel punto segue questa prassi:

  • visita ed analizza la scena dell’incidente per determinarne la causa;
  • intervista testimoni ed esperti per raccogliere ulteriori informazioni;
  • valuta il contratto di polizza per verificare la portata della copertura concessa.

3 – I suoi poteri

Compreso come agisce un perito aziendale, c’è da mettere a fuoco cosa può fare:

  • revisiona i rapporti come le registrazioni e i pagamenti medici o i rapporti riguardo il danneggiamento di proprietà;
  • autorizza o nega un accordo di pagamento basato sui risultati delle indagini;
  • negozia un accordo con il richiedente;
  • investiga sulle richieste sospette analizzando documentazione e prove;
  • scrive la documentazione legale ed investigativa basata sui risultati;
  • se necessario, presenta testimonianze e relazioni come prove in un tribunale.

E’ importante specificarlo perché non si tratta solo di un esperto che dice quanti soldi deve avere la parte danneggiata. E’, a tutti gli effetti, una figura sopra le parti che ha facoltà di smascherare truffe e di portare in tribunale eventuali furbetti.

4 – Il suo titolo di studio

Un altro aspetto importante per determinare il perito assicurativo cosa fa è mettere a fuoco il suo percorso formativo.

In Italia per diventare perito assicurativo è sufficiente avere un diploma di scuola superiore. Non è raro, però, che questa figura professionale abbia alle spalle una laurea in discipline economico-giuridiche come:

  • Giurisprudenza;
  • Scienze Politiche;
  • Economia;
  • Ingegneria;
  • Matematica;
  • Scienze Statistiche.

Non solo. Nel nostro paese è obbligatoria l’iscrizione al relativo Albo Professionale tenuto dall’IVASS per svolgere la professione di perito assicurativo. Se hai un dubbio sulla professionalità del perito con cui stai interagendo, è un tuo diritto richiedere il numero della sua posizione.

6 – Come funziona la perizia

Come usare le competenze di un perito? Entro i termini stabiliti dalla legge. I tempi tecnici della perizia non devono superare i 10 giorni dalla comunicazione del sinistro alla compagnia assicurativa da parte del cliente.

Tutto questo sempre se l’assicurato, a sua volta, si è messo in contatto con l’agenzia con cui ha sottoscritto il contratto entro 3 giorni dall’incidente.

Se sfori questi tempi, la compagnia assicurativa potrebbe rifiutarsi di risarcire i danni e di ascoltare cos’ha da dire il perito. La logica che c’è dietro è piuttosto evidente. Ci si vuole tutelare dalla frode. Ogni giorno che passa dall’incidente potrebbe essere usato per fare una manomissione del veicolo al fine di aumentare il risarcimento richiesto.

7 – Le verifiche secondarie

Tra i diritti di una compagnia c’è anche la facoltà di richiedere al perito assicurativo verifiche aggiuntive. Cosa sono? Prima di procedere con il pagamento del risarcimento, la compagnia potrebbe non essere convinta della perizia. Ogni dubbio è fugato, quindi, da precisi controlli aggiuntivi.

Se sei un guidatore onesto, comunque, non hai nulla da temere. Ogni eventuale appuntamento di verifica viene concordato in tempi stretti e l’operazione si svolge secondo la prassi stabilita dalla legge.

*** Oltre a sapere un perito assicurativo cosa fa, ti potrà essere utile leggere anche questo nostro articolo sul danno morale in caso di incidente stradale. Non si danneggiano solo le macchine ***

Ora che sai un perito aziendale cosa fa, scopri quello le polizze Rc Auto che alla L&N de’ Liguori ti offriamo. Visita il nostro sito ufficiale o passa a trovarci in sede a via Timavo 3 a Roma.

Back To Top