skip to Main Content
+39 06 3759141 Ag802@hdiarete.it
Incidenti domestici

C’è una ragione se la nostra GLOBALE CASA copra anche incidenti domestici verso terzi e quello che concerne il personale domestico come colf e tate. Lo spiegano chiaramente le statistiche secondo cui è più probabile rimanere vittima di un incidente domestico piuttosto che di uno stradale. La fonte di questi dati è tra le più autorevoli. Si tratta dell’Istat che nel 2019 ha quantificato in 3,2 milioni gli infortuni nelle case. Questo studio è davvero utile ora che tutti noi trascorriamo più tempo nelle nostre dimore.

Vediamolo meglio.

Le categorie più a rischio

Le categorie più colpite da incidenti domestici sono le seguenti:

  • Donne;
  • Anziani;
  • bambini.

Per ogni fascia d’età è poi possibile osservare l’incidenza di chi ha subito incidenti sulla popolazione di riferimento:

“l’incidenza media è del 13,4 per mille, ma cresce notevolmente tra le fasce più anziane (21,3 per mille tra i 75 e i 79 anni e 34,3 per mille tra gli over 80). Circa 300mila bambini, spesso sotto i cinque anni, sono vittima di incidenti in casa.”

Un dato impressionante.

I lavoratori domestici

Gli incidenti domestici non risparmiano neanche chi presta servizio in casa, come colf, badanti o tate. Secondo l’Inail, infatti, nel 2019 ogni 10mila lavoratori domestici, si sono verificati 58,1 infortuni a colf e 38,2 a badanti. Più di 4.500 gli incidenti totali denunciati.

Questi e altri dati, elaborati dall’Osservatorio nazionale DOMINA con la collaborazione della Fondazione Moressa, saranno pubblicati a gennaio nel “Rapporto annuale 2020 sul lavoro domestico”.

I più comuni incidenti domestici

E come ci si fa male più spesso a casa? Secondo le organizzazioni dei datori di lavoro e i sindacati dei lavoratori, che hanno individuato i fattori di rischio per l’incolumità dei lavoratori domestici, ecco i principali rischi:

  • pulizia e igiene della casa;
  • corrente elettrica;
  • utilizzo di scale e sgabelli;
  • uso del gas;
  • movimentazione e sollevamento di carichi.

L’incrocio col lavoro nero

Per completare questo discorso sugli incidenti domestici, c’è da sottolineare che la mancanza di sicurezza in casa è spesso associata al lavoro irregolare che nel settore, secondo le stime DOMINA supera il 57%:

i controlli dell’Ispettorato nazionale del lavoro, nel corso del 2019, hanno accertato pratiche irregolari nel 58,4% dei casi controllati (in diminuzione rispetto al 2015, quando superavano il 72%) e lavoro nero nel 24% dei casi.

In merito il Direttore Generale dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro Leonardo Alestra, nel Rapporto annuale 2020 sul lavoro domestico, afferma che:

L’assioma lavoro irregolare/lavoro insicuro è ampiamente confermato nell’ambito del lavoro domestico, laddove gli infortuni sono all’ordine del giorno, sebbene non balzino frequentemente agli onori della cronaca.

Se volete avere maggiori informazioni su questa polizza e, soprattutto, vorreste avere un preventivo gratuito disegnato esattamente su casa vostra, compilate il form sottostante e sarete richiamati quanto prima e senza impegno da un nostro consulente.

GLOBALE CASA
Si, acconsento a ricevere informazioni, promozioni e offerte esclusive e all'invio di materiale informativo e promozionale tramite email o posta
Back To Top