skip to Main Content
+39 06 3759141 Ag802@hdiarete.it
Far West dei monopattini elettrici

C’era una volta il Far West dei monopattini elettrici… l’esplosione dei trasporti leggeri in Italia e della microviabilità nelle grandi città, infatti, è arrivata un po’ a sorpresa. Non tanto nelle caratteristiche base del mezzo (se ne parlava da un decennio) quanto nella velocità di uso di questo nuovo strumento di locomozione. La ragione, è quasi lapalissiano dirlo, è legata all’emergenza Coronavirus che ha reso sconsigliato ed inviso ai più l’uso dei mezzi pubblici col quale aumenta il rischio contagio. Tutto molto bello ma bisognoso di essere regolamentato.

Le nuove regole

Un saluto al pericoloso Far West dei monopattini elettrici arriva dall’attualità dove si legge, a sette colonne, che sono in arrivo nuove linee guida per fare chiarezza normativa e promuovere comportamenti corretti nell’uso dei monopattini elettrici che oramai proliferano nei centri storici delle città italiane. Se è vero che la velocità media del mezzo non supera i 20 km/h, è anche vero che è sufficiente a far male ad un malcapitato pedone e a farsi male alla guida per una caduta o una possibile collisione con altri mezzi parcheggiati o in movimento.

Dopo le molteplici segnalazioni arrivate da molte amministrazioni cittadine a causa di comportamenti indisciplinati e confusione interpretativa delle norme in vigore, infatti, il Ministero dei Trasporti e l’Anci hanno siglato delle linee guida che chiariscono quali sono i paletti per mettere la museruola al fenomeno del monopattino selvaggio.

La normativa attuale

Da dove si parte? Qual è il terreno di questo Far West dei monopattini elettrici? Secondo la più recente modifica del Codice della Strada:

  • i monopattini sono equiparati alle biciclette;
  • non possono superare un limite di velocità di 25 km/h;
  • tutti i minorenni che li guidano devono indossare il casco.

Nella legge attuale vengono anche chiariti alcuni passaggi clou sulle regole per il parcheggio del monopattino elettrico (dove si può e dove non si può lasciare il mezzo). Non solo. Si sottolinea il divieto di circolare:

  • in due;
  • contromano;
  • sui marciapiedi.

Il Mit ricorda che:

secondo quanto stabilito dalle norme del Codice della Strada, i monopattini elettrici possono circolare sulle strade urbane dove è imposto il limite di velocità a 50 chilometri orari, possono andare sulle corsie ciclabili, nelle zone scolastiche, sulle strade ciclabili e nelle zone pedonali con una velocità massima di 6 chilometri orari.

Si possono inoltre guidare per procedere in strada contromano soltanto laddove è previsto dalla segnaletica.

I divieti

E cosa non si può fare? Quali sono i limiti (se ci sono) di questo Far West dei monopattini elettrici? E’ severamente proibito circolare:

  • sui marciapiede;
  • dove non è autorizzato il transito delle biciclette;
  • in zone pedonali.

Il caso dei mezzi in sharing

In mezzo a tutto i caos del Far West dei monopattini elettrici ci sono monopattini in sharing. Dove si possono lasciare? Al termine del noleggio, questi mezzi vanno parcheggiati dove è indicato dagli operatori in base agli accordi sottoscritti fra il fornitore del servizio e il Comune mentre, qualora si tratti di un mezzo privato, dovete usare gli stalli appositi.

Il sottosegretario ai Trasporti Roberto Traversi ha sottolineato che:

l’uso dei monopattini è parte integrante di quella strategia d’incentivo alla mobilità leggera che rappresenta un ottimo strumento per decongestionare il traffico cittadino, diminuire l’inquinamento e fornire valide alternative al trasporto pubblico in un momento di limitazioni imposte dalla necessità di contenere il contagio da Covid, tuttavia è necessario evitare il far west che ha caratterizzato nei mesi estivi i centri cittadini a causa della confusione normativa e degli scarsi controlli.

Dopo la firma delle linee guida, c’è da sperare che i comuni sottoscrivano accordi chiari con i fornitori del servizio in modo da garantire il rispetto delle norme previste dal Codice della Strada e poter così sanzionare chi non le rispetta. Queste linee guida che sanciranno la definitiva estinzione del Far West dei monopattini elettrici saranno presto pubblicate dal Ministero dei Trasporti che, con Anci, farà anche una campagna informativa per divulgare e rendere note tutte le nuove regole sui monopattini elettrici. Nel frattempo bisogna proteggersi alla guida e tutelare anche i pedoni. Come? Con la nostra assicurazione per monopattini elettrici.

 

La polizza per monopattini elettrici

 

Anche se avere una polizza Rc per monopattini elettrici non è obbligatorio, è una protezione sensata. I possibili danni da incidente sono sotto gli occhi di tutti (la cronaca è purtroppo molto ricca e aggiornata) e il rischio è di trasformare una gita piacevole in una brutta avventura. Con la nostra polizza per monopattini elettrici la copertura sarà costante ed ampia. Scoprite senza impegno di cosa si tratta chiacchierandone con un nostro consulente.

Vi basterà compilare il form sottostante e sarete richiamati quanto prima:

POLIZZA MONOPATTINI ELETTRICI

"Informazione pubblicitaria - Prima dell'adesione leggere il fascicolo informativo disponibile su www.hdiassicurazioni.it"

Back To Top