skip to Main Content
+39 06 3759141 Ag802@hdiarete.it
Alcol test sulle piste da sci

Sono in arrivo grandi novità per la settimana bianca. Se nelle passate stagioni ci siamo dovuti arrendere ed abbiamo saltato l’appuntamento col nostro consueto relax sulla neve, ora i numeri e la campagna di vaccinazione sembrano ridarci speranza ma con alcuni accorgimenti. Il più eclatante è l’assicurazione obbligatoria per sciare ma sta facendo discutere anche un altro tema: ci sarà anche l’alcol test sulle piste da sci tra le regole che entrano in vigore il 1° gennaio 2022. Vediamo di cosa si tratta.

La legge

Dietro all’arrivo dell’alcol test sulle piste c’è un preciso fondamento normativo, il Decreto Legislativo numero 40 del 28 febbraio 2021, che poi è lo stesso che stabilisce l’obbligo di:

  • assicurazione RCT per chi accede alle piste;
  • del casco per sciare per i minori di 18 anni.

Tecnicamente sarà come l’alcol test per i conducenti delle auto, dato che la norma, l’articolo 31, ha un rimando preciso al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495, recante “Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada”. L’alcol test sulle piste da sci dal 1° gennaio 2022 è contenuto nell’articolo 31 del DL 40 / 2021 pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 aprile 2020 e in attuazione dell’articolo 9 della legge 8 agosto 2019, n. 86, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali.

L’articolo 31 sull’alcol test sulle piste

Disciplina accertamenti alcolemici e tossicologici recitando che:

  • È vietato sciare in stato di ebbrezza in conseguenza di uso di bevande alcoliche e di sostanze tossicologiche.
  • Gli organi accertatori, nel rispetto della riservatezza personale e senza pregiudizio per l’integrità fisica, possono sottoporre gli sciatori ad accertamenti qualitativi non invasivi o a prove, anche attraverso apparecchi portatili.
  • Quando gli accertamenti qualitativi di cui al comma 2 hanno dato esito positivo ovvero quando si abbia altrimenti motivo di ritenere che lo sciatore si trovi in stato di alterazione psicofisica derivante dall’influenza dell’alcool o di droghe, gli organi accertatori, anche accompagnandolo presso il più vicino ufficio o comando, hanno la facoltà di effettuare l’accertamento con gli strumenti e le procedure previste dall’articolo 379 del decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495.

Chi può eseguire l’alcol test sulle piste da sci

Il controllo alcolemico e tossicologico sulle piste da sci spetta a:

  • Polizia di Stato
  • Arma dei Carabinieri
  • Corpo della Guardia di Finanza
  • Corpi di polizia locali, nello svolgimento del servizio di vigilanza e soccorso nelle località sciistiche

Essendo connesso al decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495 per il Codice della Strada, le conseguenze amministrative e penali dell’alcol test sono di base le stesse:

Chi fosse trovato in stato di ebbrezza o alterazione psicofisica tossicologica sulle piste da sci rischierebbe sanzioni che vanno dalla multa fino all’arresto, a seconda della gravità.

Ecco nello specifico le sanzioni che potranno scaturire dall’alcol test sulle piste.

Tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l e inferiore a 0,8 g/l

  • Sanzione amministrativa da € 531 a € 2.125;
  • Sospensione della patente da 3 a 6 mesi;
  • Decurtazione di 10 punti dalla patente.

Tasso alcolemico superiore a 0,8 g/l e inferiore a 1,5 g/l

  • Ammenda da € 800 a € 3.200;
  • Arresto fino a 6 mesi;
  • Sospensione della patente da 6 mesi a 1 anno;
  • Decurtazione di 10 punti dalla patente.

Tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l

  • Ammenda da € 1.500 a € 6.000;
  • Arresto da 6 mesi a 1 anno;
  • Sospensione della patente da 1 a 2 anni;
  • Sequestro del veicolo;
  • Confisca del veicolo (ma solo se: il veicolo guidato è di tua proprietà e la sentenza penale ha riconosciuto che sei colpevole);
  • Decurtazione di 10 punti dalla patente.

L’alcol test sulle piste in caso di incidente

Le sanzioni descritte ai punti 1., 2. e 3. sono raddoppiate se lo sciatore, oltre a risultare positivo all’alcol test, fa un incidente. In caso di sinistro su piste sciistiche, infatti, il Decreto Legislativo numero 40 del 28 febbraio 2021 prevede anche:

  • Assicurazione obbligatoria RCT per sciare in Italia
  • Obbligo del casco per i minori di 18 anni sulle piste da sci
  • Divieto alle ciaspole e allo scialpinismo sulle piste da sci

Considerando tutto quello che è stato detto sull’alcol test sulle piste, è chiaro che è bene affrontare la vacanza sulla neve con la giusta assicurazione per sciatori. Ecco la nostra proposta.

Globale Casa

Con la nostra assicurazione per la casa, avrai le coperture che servono per sciare nella norma. In aggiunta sarai tutelati anche da:

  • incidenti domestici di terzi (come ospiti e amici in visita);
  • copertura del personale domestico (come colf e tate);
  • danni da effrazioni e furti (come infissi forzati ed oggetti di valore derubati):
  • danni causati da incendio;
  • responsabilità degli animali domestici verso terzi.
GLOBALE CASA

"Informazione pubblicitaria - Prima dell'adesione leggere il fascicolo informativo disponibile su www.hdiassicurazioni.it"

Back To Top